domenica 8 novembre 2015

Brownies alle nocciole e....ingrediente segreto! (vegan, senza glutine)

Questa ricetta è la mia interpretazione di una ricetta di Dunja Gulin, tratta dal libro Pasticceria Vegana. Nella mia versione di questi brownies ho sostituito ai fagioli i ceci, che sono uno degli ingredienti protagonisti della raccolta "L'orto del bimbo intollerante" per il mese di novembre, e questo mese la raccolta riguarda l'intolleranza al lievito, perciò ho utilizzato la polvere lievitante vegan, a base di cremor tartaro e bicarbonato. Questi dolcetti sono perfetti per i bimbi perchè sono molto golosi e sono anche un ottimo modo per far mangiare loro un po' di ceci, buona fonte di proteine vegetali e fibre.

Ingredienti (per una teglia rettangolare da 23 x 30 cm, circa 12 trancetti)

300 g di ceci cotti (circa 100-140 g da secchi)
200 g di cioccolato fondente all'85% di cacao
140 g di sciroppo di riso
125 g di farina di riso integrale
80 g di nocciole non pelate non tostate
50 g di olio e.v.o.
30 g di nocciole sgusciate, intere, da tostare
8 g di polvere lievitante veg (cremor tartaro + bicarbonato)
2 pizzichi di vaniglia in polvere

Procedimento
Mettete a bagno i ceci per 12 ore, poi scolateli, sciacquateli e cuoceteli in acqua bollente per circa 1
ora. Scolateli e lasciateli intiepidire.


Tritate grossolanamente il cioccolato e scioglietelo a bagnomaria o nel microonde. Riunite in un mixer potente i ceci, l'olio, il cioccolato fuso e lo sciroppo, poi frullate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.


A parte riunite le nocciole tritate a farina e tutti gli altri ingredienti secchi, mescolate e poi aggiungete anche le nocciole intere (o tritate in modo grossolano), precedentemente tostate in forno per qualche minuto.


Incorporate quindi le polveri al composto di ceci e amalgamate bene; dovete ottenere un impasto molto denso, quasi solido. Trasferite il composto in una tortiera rettangolare rivestita con carta forno baganata e strizzata, poi livellatelo bene. Infornate a 180°C per 15-20 minuti (non deve cuocere molto per non seccarsi troppo).
Una volta cotto lasciatelo raffreddare completamente e poi tagliatelo a quadrotti. Se appena tagliato si sbiciolerà, lasciatelo riposare fino al giorno seguente (lo so non sarà facile aspettare!).



 Con questa ricetta partecipo alla raccolta "L'orto del bimbo intollerante" di novembre

http://senzaebuono.altervista.org/raccolta-di-ricette-novembre/#/

4 commenti:

  1. Sono senza parole...la tua creatività non ha limiti!!! Una ricetta strepitosa, sana e perfetta per grandi e piccini! Davvero da provare! Bravissima come sempre! La inserisco subito...grazie di cuore per la tua partecipazione! baci, Leti

    RispondiElimina
  2. Che bontà! Adoro inserire i legumi nei dolci... generalmente passano inosservati, ma danno una consistenza unica!

    RispondiElimina
  3. Bravissima... come direbbero le mie bimbe... strabiliante! Grazie di esserci anche questo mese !

    RispondiElimina